I lupi salvati dalle Regioni: il ministero pronto a rinviare l’abbattimento

Sembra aver fatto breccia il pressing degli animalisti a difesa dei lupi. Il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, infatti, ha fatto sapere che potrebbe esserci un rinvio del contestato provvedimento che vorrebbe dare il via libera all’abbattimento, «per studiare – ha spiegato il governatore – possibili alternative».

Le Regioni a difesa dei lupi

A proporre il rinvio al ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti è stato il presidente della Conferenza delle Regioni e governatore dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, che avrebbe incassato anche la disponibilità dello stesso ministro. «Lo ringrazio per aver proposto e ottenuto dal ministro Galletti il rinvio del provvedimento», ha detto Oliverio, caldeggiando misure diverse per salvaguardare gli allevatori.  Lo stesso Bonaccini ha spiegato che l’obiettivo è «approfondire la discussione» e si è detto ottimista sulla disponibilità di Galletti. 

La soddisfazione delle associazioni ambientaliste

La novità è stata accolta con soddisfazione dalle associazioni animaliste che si erano battute contro il “Piano per la conservazione e gestione del Lupo in Italia” e in particolare contro la misura dell’abbattimento. Ma nonostante questo successo, incassato grazie all’appoggio delle Regioni e alla mobilitazione dell’opinione pubblica, le associazioni hanno fatto sapere che restano sul piede di guerra. «Ringraziano le Regioni e l’opinione pubblica per l’attenzione dedicata a questa emergenza: la mobilitazione #cacciaunNO continua, manteniamo alta l’attenzione», hanno commentato la Lav, l’Enpa, la Lega per l’abolizione della caccia, la Lipu, gli Animalisti italiani e la Lega nazionale per la difesa del cane.