Girgir, il Charlie Hebdo turco, si autocensura per una vignetta su Mosè

La rivista satirica Girgir, l’equivalente turca di Charlie Hebdo, è stata chiusa dai suoi editori per una vignetta sul profeta Mosè ritenuta “offensiva” nei confronti di musulmani e cristiani. Gli avvocati della società editrice di Girgir – stando a quanto riferito dal quotidiano turco Hurriyet – hanno spiegato che ai vertici dell’azienda non è piaciuta, per usare un eufemismo, la “sgradevole” vignetta che prendeva in giro Mosè, decidendo di chiudere la rivista e licenziare i suoi dipendenti.

Girgir era la rivista satirica più diffusa in Turchia

Girgir si è anche scusata con i propri lettori su Twitter per l'”offesa”, mentre la magistratura ha aperto un’indagine per accertare se la vignetta abbia “denigrato” i valori religiosi. Girgir è stata fondata nel 1972 e negli anni Ottanta e Novanta è stata la rivista satirica più venduta in Turchia. Dopo una breve chiusura nel 1980 a seguito del colpo di Stato militare, la rivista ha sempre evitato la censura malgrado le sue vignette non abbiano mai evitato temi politici.