Genova, concluso pacificamente il “pericoloso” convegno delle destre europee

Si è concluso regolarmente anche il congresso dell’ultradestra di Alleance for Peace and Freedom che aveva scatentato le proteste dell’ultrasinistra e delle isrtituzioni progressiste di Genova. Il convegno si era svolto nella sede di un partito politico, non in piazza. Ma in piazza è sceso anche il sindaco di Genova, Marco Doria, che oggi pomeriggio si è unito ai manifestanti nel corteo organizzato dall’Anpi di Genova per dire “no” al congresso dell’ultradestra. Durante la manifestazione anche qualche contestazione all’indirizzo del primo cittadino rivolta prima da un gruppo di manifestanti, situazione poi rientrata grazie all’intervento degli organizzatori. Un altro gruppo lo ha poi nuovamente contestato invece sulla vicenda Amiu. Infine, nell’ambito della manifestazione antifascista, collettivi studenteschi, centri sociali e sindacalisti comunisti se le sono date di santa ragione.

Il convegno era dell’Alleance for Peace add Freedom

Prima dei tafferugli in piazza, avvenuti tra un gruppo di antagonisti e la polizia, Doria aveva ribadito le motivazioni della sua partecipazione alla manifestazione.
“La provocazione contro Genova tentata da qualche decina di neofascisti ha incontrato una risposta decisa. Non sono state concesse piazze né spazi pubblici e privati di una città che ha saputo isolare chi istiga all’odio razziale e propaganda ideologie incompatibili con la nostra Costituzione e i suoi valori”, ha dichiarato in una nota ufficiale, a fine giornata, il sindaco di Genova Doria. “Oggi – ha sottolineato Doria – tanti cittadini genovesi hanno testimoniato a Sturla e poi alla Casa dello studente, luogo simbolo della Resistenza, in modo fermo, democratico e civile, quanto siano fondamentali per la nostra comunità i valori dell’antifascismo e della Costituzione”. Insomma, se il convegno lo avesse fatto l’ultrainistra, nessuno sarebbe sceso in piazza, ma poiché si tratta dell’ultradestra, considerata forza politica di serie B, tutto è lecito.