Foibe, Gelmini a Minniti: troppe dimenticanze sugli esuli istriani

Mariastella Gelmini, vicecapogruppo vicario di Forza Italia alla Camera dei deputati, ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno, Marco Minniti in riferimento agli episodi che hanno penalizzato i profughi della Dalmazia e i loro parenti. «La Giornata del Ricordo delle foibe – afferma Gelmini – e la sorte degli italiani costretti a lasciare la Dalmazia nel 1947 sono ogni anno occasione di amara riflessione».

Foibe, Gelmini: troppe dimenticanze

«Il motivo – dice ancora la Gelmini – lo spiegano bene le cronache di questi giorni, è l’abbandono e la dimenticanza nella quale sono costrette queste persone dopo oltre cinquant’anni. Ancora oggi – prosegue – sono segnalati casi in cui nel rilascio di documenti non è possibile inserire la dicitura Italia a fianco al comune di nascita che prima della fine della seconda guerra mondiale erano a tutti gli effetti territori italiani, mentre una legge del 1989 lo impone».

Un segno di rispetto per gli esuli

Prosegue ancora la parlamentare di Forza Italia: «Credo sia preciso dovere dell’esecutivo e dello Stato italiano intervenire, non solo per attuare la suddetta legge, ma per dare un tangibile e concreto segno di rispetto e di vicinanza a molti esuli; un piccolo gesto, ma di grande valore per ricordare loro che l’Italia è la loro patria».