Foibe, a Roberto Menia il Vessillo della Libera Provincia dell’Istria

Sarà assegnato al Segretario generale del Ctim, il Comitato tricolore per gli italiani nel mondo, Roberto Menia, il Vessillo della Libera Provincia dell’Istria, riconoscimento promosso dall’Unione degli Istriani, presieduta da Massimiliano Lacota. Si tratta di uno dei massimi riconoscimenti che l’Unione degli istriani conferisce alle personalità di spicco che si siano distinte nel campo della ricerca e della pace. 

La cerimonia a Trieste

La cerimonia di consegna del premio a Menia, che da parlamentare è stato il “padre” della legge sul 10 febbraio, avrà luogo nella Sala Maggiore della sede di Palazzo Tonello a Trieste, lunedì 27 febbraio alle 16.30. «Il riconoscimento mi riempie di orgoglio, in quanto mi riporta alla mente lo sforzo collettivo compiuto in occasione della legge sul 10 febbraio», ha commentato Menia, sottolineando che «non è mai tardi per educare al rispetto e alla condivisione della memoria, così come il dramma degli esuli fiumano-dalmati-istriani ci impone». «Intendo sottolinearlo, ancora una volta, senza un grammo di retorica: in assenza della cognizione e della consapevolezza della barbarie – ha aggiunto Menia – non sarà possibile costruire la società del domani».

Menia dedica il premio alla terra d’Istria

Per il segretario del Ctim «il passato e i suoi drammi vanno metabolizzati, analizzati e posti in quel grande bagaglio ideale che prende il nome di cittadinanza attiva. Solo tramite questo passaggio morale si potrà poi fortificare un tessuto socio-culturale avanzato, che impedisca discriminazioni come quelle che queste terre hanno vissuto. A questa terra, che trasuda passioni e intrecci di vite umane – ha concluso Menia – vorrei dedicare il premio».