Firenze sempre più violenta: una rapina e auto di carabinieri distrutte

Qualcuno pensa a una “vendetta” degli antagonisti contri le forze dell’ordine per la retata in merito all’attentato alla libreria di CasaPound nella quale è rimasto gravemente ferito un artificiere, ma è presto per dirlo. Fatto sta che sono state danneggiate numerose auto in sosta alla periferia di Firenze. Nel corso della scorsa notte, in viale XI Agosto, ignoti hanno danneggiato otto vetture parcheggiate presso l’area di sosta all’interno del distributore di carburanti Beyfin. I veicoli sono tutte di proprietà di allievi marescialli dei carabinieri, frequentatori della nuova Scuola Marescialli, che si trova sul lato opposto della carreggiata. Secondo un primo accertamento, sembra che il danneggiamento in serie sia riconducibile ad un atto vandalico. Danni non ancora quantificati. Indagini in corso da parte dei carabinieri della compagnia di Firenze.

Sempre a Firenze aggredito e rapinato benzinaio

Sparano a un benzinaio, durante una rapina, che rimane ferito. Il gestore, 74 anni, è stato colpito a un piede da un colpo di pistola mentre si trovava nel suo distributore Q8 in via Torquato Toti al Matassino, nel comune di Figline Valdarno (Firenze). Il colpo di pistola è stato sparato da uno dei due rapinatori, che poi lo ha anche picchiato alla testa con il calcio dell’arma da fuoco. Uno dei due rapinatori, un minorenne di 17 anni, residente nella zona, incensurato, è stato identificato dai carabinieri della compagnia di Figline e denunciato. A sparare e a picchiare al benzinaio sarebbe stato il complice del 17enne, sulla cui identità sono in corso indagini. Ieri sera, verso le ore 19.40, i militari dell’Arma, dopo una segnalazione, sono intervenuti al distributore Q8 in località Matassino, dove si era verificata la tentata rapina conclusa con il ferimento del titolare.