Era ai domiciliari e stava per compiere la sua seconda rapina della notte

Doveva essere ai domiciliari e invece stava beatamente compiendo una rapina quando gli agenti del Commissariato di Polizia “Vicaria-Mercato”, a Napoli, lo hanno beccato in flagranza di reato. O meglio, di doppio reato.

Doveva essere ai domiciliari, invece stava rubando

E così è stato arrestato, di nuovo, il 34enne Nunzio Talotti, sorpreso a rapinare un povero automobilista, malgrado dovesse essere ai domiciliari. I poliziotti, infatti, nell’ambito dei normali servizi di prevenzione e controllo del territorio, intorno alle 3 circa si trovavavno in Corso Umberto, all’altezza dell’intersezione con Via Carminiello al Mercato, quando hanno notato un’autovettura Alfa Romeo 147, il cui sportello lato guida era aperto e trattenuto da un uomo. Nell’avvicinarsi, gli agenti hanno riconosciuto subito Talotti, in quanto volto noto alle forze dell’ordine anche in quanto sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, accertando che era in atto una rapina ai danni dell’automobilista. Inutile il tentativo del pregiudicato di scappare e di liberarsi di un coltello, prontamente recuperato dai poliziotti.

Dal 24 gennaio era già evaso tre volte 

L’uomo, giunto sul posto con un complice, riuscito subito a dileguarsi a bordo di uno scooter Honda Sh alla vista della Polizia, è stato inseguito e bloccato,anche se dopo non poche difficoltà. I poliziotti hanno accertato che, pochi minuti prima, utilizzando lo stesso modus operandi, il 34enne ed il solito complice, si erano resi responsabili di un’altra rapina. Talotti, del resto, ha alle spalle un nutrito curriculum criminale che dimostra anche la frequenza della sua attività malavitosa: basti pensare che l’uomo, che ha iniziato a delinquere quando aveva appena 16 anni, dal 24 gennaio scorso è stato arrestato già per ben 3 volte, perché evaso dalla misura alla quale era sottoposto. L”ultima volta, allora, risale ad appena 10 giorni fa. Riconosciuto dalle vittime, senza ombra di dubbio, è stato arrestato, perché responsabile dei reati di duplice rapina aggravata, in concorso, resistenza a pubblico ufficiale ed evasione dagli arresti domiciliari e, quindi, condotto alla Casa Circondariale di Poggioreale. Da dove dovrebbe essere più difficile riuscire a evadere…