Consumi: un Natale flop e una Pasqua a rischio, la denuncia del Codacons

Natale flop acquisito. Pasqua flop probabile. Insomma, consumi e  vendite in picchiata dallo scorso dicembre. Questo, per il Codacons, il quadro che emerge dai dati Istat sulle vendite a dettaglio diffusi in queste ore. Un Natale flop che dimostra quanto fuorvianti fossero gli annunci di Matteo Renzi sulla ripresa della nostra economia. Un Natale flop che lascia prevedere un 2017 asfittico dal punto di vista dei consumi. A cominciare dalla Pasqua. Con buona pace di Gentiloni e compagnia bella. ”L’Istat certkifica in pieno le nostre previsioni sul commercio e sull’andamento dei consumi” spiega il presidente del Codacons Carlo Rienzi. Un Natale flop, quello del 2016 sul fronte delle vendite,  che per il governo sembrerebbe inatteso ma che per l’associazione dei consumatori è esattamente “come avevamo previsto, con un calo a dicembre del -0,5% su mese e -0,2% anno”. “E la media delle vendite del 2016 pari al +0,1% è un dato estremamente deludente, considerato che il 2016 doveva essere l’anno della ripresa del commercio, e che negli anni della crisi economica i consumi sono scesi del -12% con una contrazione della spesa da parte delle famiglie pari a 80 miliardi di euro”, conclude perciò Rienzi.