Claudio Barbaro rieletto presidente dell’Ente di Promozione Sportiva ASI

Claudio Barbaro è stato rieletto all’unanimità presidente dell’Ente di Promozione Sportiva ASI Associazioni Sportive e Sociali Italiane, durante la due giorni di lavori istituzionali che si è tenuta a Fiuggi sabato 28 e domenica 29 gennaio, presso il Teatro Comunale.

Consolidamento e innovazione sono gli obiettivi di programma in base ai quali è stata rinnovata la fiducia al presidente uscente. Barbaro si è infatti impegnato nel portare avanti la crescita strutturale dell’Ente, arrivato ad avere nel 2016 oltre 10mila associazioni e quasi 800mila tesserati, partendo da più di 5mila associazioni e dai quasi 300mila tesserati del 2012. Il presidente si è inoltre fatto portavoce di una proposta di politica sportiva basata sull’innovazione. Non solo più tecnologia per aiutare il tessuto associativo e diminuire il peso che la burocrazia esercita su questo, ma anche più coraggio di idee e posizioni da parte della promozione sportiva, incoraggiata a reclamare un posto da protagonista nel sistema sportivo italiano.

I complimenti di Giovanni Malagò

Nella mattinata di domenica, inaspettata è giunta la telefonata del presidente Coni, Giovanni Malagò, che ha voluto far sentire in modo diretto a tutti i partecipanti in sala il suo sincero apprezzamento per il valore della storia rappresentata da ASI. I sinceri apprezzamenti per la tradizione di associazionismo rappresentata da ASI sono stati espressi anche da Andrea Abodi, presidente Lega Serie B e da Gianni Alemanno, già sindaco di Roma Capitale, entrambi intervenuti direttamente sul palco ed entrambi legati alla storia dell’Ente (Abodi nel 1987 fu presidente del centro Fiamma Balduina). A ricordare la storia dell’Ente durante la due giorni di lavori istituzionali la mostra “Tempi migliori. 1948-2017: la destra e lo sport, una storia di impegno e amore”. Una retrospettiva fatta di immagini, contributi e reperti che racconta le origini dell’Ente e il suo percorso fino ai giorni nostri: dal Centro Nazionale Sportivo Fiamma (1948), ad Alleanza Sportiva Italiana (Latina, 1994) fino a ASI – Associazioni Sportive e Sociali Italiane (Montesilvano, 2012). La mostra si protrarrà fino al 2018, quando l’associazionismo di destra arriverà a festeggiare il suo settantesimo compleanno.
Oltre al presidente nazionale sono stati rinnovati anche i componenti degli altri organi dell’Ente di Promozione Sportiva. In Giunta Esecutiva insieme a Claudio Barbaro sono stati eletti: Alessandro Levanti, Diego Maulu, Andrea Albertin, Andrea Roberti, Fabio Caiazzo, Vittorio Fanello, Tino Scopelliti, Alberto Vecchi, Umberto Candela, Sebastiano Campo, Sante Zaza, Emilio Minunzio, Fabio Bracaglia, Jessica Sucameli, Francesca Petrini, Giancarlo Carosella. In Consiglio Nazionale: Giuseppe Scianò (presidente) Claudio Sprocatti, GianmariaItalia, Donato Monaco, Loris Burgio, Gabriele De Francisci, Silvano Ruggeri, Americo Scatena, Alessandro Bolis, Lucio Avanzo, Giuseppe Agliano, Antonio Girella, Walter Russo, Laurino Rubino, Alessandro Esposito, Massimiliano Iacobucci, Angelo Silvio Musumeci, Salvatore La Mendola, Mario Bottiglieri, Ermanno Rossitti, Filippo Marra, Pantaleo Losapio, Gilberto Lippi, Renzo Seren, Marisa Luisina Spinozzi, Pietro Cassiano, Andrea Mariottini, Maria Abate, Angelo Laurenza, Francesca Ragusa, Antonio Cirillo, Corrado Meloni, Flavio Giustolisi, Giuseppe Campo, Leonardo Giorlando, Rosario Vadalà. L’Assemblea ha inoltre dato parere favorevole all’indicazione dei rappresentanti in Consiglio Nazionale in rappresentanza dei comitati provinciali ASI: Pompeo Verdicchio, Raimondo Lima, Romano Becchetti. In rappresentanza dei comitati regionali ASI: Roberto Cipolletti, Marco Contardi, Luca Mattonai. In rappresentanza dei settori ASI: Vladi Vardiero, Luisella Vitali, Sandro Giorgi, Maurizio Bottoni, Nicola Scaringi, Davide Magnabosco. Tali rappresentanti saranno eletti con successiva votazione.

Premio Asi italiani nel Mondo

Nel collegio dei Revisori dei Conti hanno ottenuto il posto: Renato Salvato (presidente), Giovanni D’Oriano (effettivo), Paola Scialanga (effettivo), Flora Polidoro (supplente), Fabio Romei (supplente). Nell’ufficio del Procuratore Sociale: Tommaso Manzo (titolare), Maria Concetta Silvestre (sostituto), Giulio Liberti (sostituto). In Commissione d’Appello: Fabrizio Penna (presidente), Michele La Rocca (effettivo), Gianfrancesco Regard (effettivo), Marco Costantini (supplente), Massimo Cacciavillani (supplente). Giudice Monocratico è stato eletto: Andrea Canali (titolare), Domenico Arcudi (sostituto). Durante l’Assemblea si è svolto anche il premio ASI Italiani nel Mondo, istituito per festeggiare e dare riconoscimento alla vita di uomini e donne che hanno lasciato l’Italia e ne hanno fatto splendere i colori all’estero. Sono stati premiati: la Fondazione Migrantes rappresentata da Delfina Licata – coordinatrice del Rapporto Italiani nel mondo – la regista Luisella Suberni Piccoli e Gaetano Indomenico, il costruttore siracusano che vive da cinquanta anni negli USA. Omaggiata anche la grande Ileana Salvador.