Choc in Francia: uccidono il figlio di 5 anni perché ha fatto la pipì a letto

Sono stati posti in custodia cautelare i  genitori del piccolo Yanis, il bimbo francese di 5 anni punito e  ucciso per aver fatto la pipì a letto a Aire-sur-la-Ly, nel nord della Francia. Lo ha riferito il procuratore di Boulogne-sur-Mer, spiegando  che i due sospetti sono stati incriminati ieri sera: il patrigno  Julien per «violenza e omicidio volontario di un minore sotto i 15  anni», mentre la madre, Emily I., per «non aver volontariamente  evitato un crimine o reato». Il primo rischia l’ergastolo, la seconda  una condanna a cinque anni di reclusione e 75.000 euro di multa.

Secondo quanto hanno riferito i media locali, Yanis, dopo aver fatto  la pipì a letto, è stato costretto dai genitori a correre con addosso  soltanto le mutandine bagnate e i calzini per alcuni chilometri lungo  il fiume Lys, cadendo per almeno due volte. Il suo corpo è stato  trovato nel cuore della notte in una zona isolata. Dai primi risultati dell’autopsia è emerso che il piccolo sarebbe morto in seguito a un trauma cranico causato da violenza intenzionale.