Casini fonda il suo ennesimo partito e attacca Salvini e Berlusconi (video)

Pier Ferdinando Casini oggi a Roma ha battezzato il suo ennesimo partito, ma specifica che vuole chiamarlo movimento, un po’ come quello di Beppe Grillo. Si chiamerà «Centristi x l’Europa» e  nasce con un obiettivo preciso: fare argine al “populismo di Grillo e Salvini”. Il simbolo, non ancora depositato, è stato presentato oggi e dovrebbe essere già in campo per le amministrative di primavera. Coordinatore della formazione centrista sarà Giampiero D’Alia. Casini, “padre nobile”, dispensa consigli, maglione blu e posa casual, seduto sui gradini del palco con il microfono in mano. «Il nostro è un movimento che non è fatto solo da vecchietti come me e D’Onofrio… Abbiamo sindaci, giovani sindaci». Come quello di Rosarno che ha preceduto l’intervento di Casini. «Vi vorrei dare qualche consiglio. Il primo è quello di non parlare retoricamente dell’Europa, perchè così i voti non si prendono ma, al netto delle mancanze, l’Ue è l’unica risposta possibile in un mondo globalizzato e di fronte a un flusso epocale di migranti. E questo va rivendicato di fronte al populismo di Grillo e Salvini». Il leader della Lega che “a vederlo in tv con i moon boot per far vedere che è stato nei luoghi del terremoto -attacca Casini- fa venire il latte alle ginocchia. Un incompetente, ci fa rimpiangere Bossi… E non ha ancora capito che sta lavorando per Grillo, che  andrà all’incasso». Un accenno anche a Silvio Berlusconi. «I grandi partiti sono in crisi. Forza Italia era al 30 per cento fino a qualche anno fa. Ora si festeggia se un sondaggio dice che stanno al 13…».