Casette di cartone per i clochard, Vittorio Sgarbi sponsor del progetto

Una casetta di cartone per i clochard: è il progetto presentato a Milano dall’ideatore, l’artista Maurizio Orrico, e dal critico d’arte Vittorio Sgarbi, che ha promosso l’iniziativa. Lo riferisce l’Ansa Lombardia spiegando che “dieci abitazioni in cartone, progettate da Orrico, saranno disposte nella zona della stazione Centrale dove l’associazione di volontariato City Angels ha in gestione uno spazio per i senzatetto. Le casette pesano circa 10 kg, si montano e si smontano in pochi minuti e sono resistenti all’acqua. Altre 10 casette andranno a Torino.

“Il clochard non vuole muri – ha spiegato Vittorio Sgarbi parlando del progetto – A quel punto tu gli dai una piccola protezione nell’ordine di quello che lui vuole: se questa cosa gli piace gliela diamo. Senza però che sembri né un atto di misericordia né di assistenza, è solo un atto gentile: questo è il senso dell’impresa come l’ho interpretata io”. “Per loro ho un amore istintivo – ha detto ancora Sgarbi  – e quando vedo che muoiono per aver scelto la propria libertà, e ci si indigna solo per quelli che muoiono arrivando dall’altra parte del mare, mi arrabbio. Morire di freddo nel mondo consumista è assurdo”.

All’iniziativa presenti anche l’assessore Pierfrancesco Majorino e i rappresentanti dei City Angels. Maurizio Orrico ha realizzato le casette he, grazie a una azienda pugliese, la «Corvasce Design», ha ideato una casa di cartone pressato, che si monta e smonta in soli 3 minuti.