Calderoli: arriveranno 200mila clandestini, chiudiamo le rotte

“L’agenzia Frontex avvisa che nel 2017 i flussi di immigrati dalla rotta mediterranea non saranno inferiori a quelli del 2016, dunque l’Italia deve attendersi almeno altri 180mila immigrati, ma vedendo il trend di questo primo mese, con oltre 10mila già sbarcati nonostante la brutta stagione, possiamo ragionevolmente ipotizzare che andremo intorno ai 200mila”. Lo dichiara Roberto Calderoli (Lega nord). “Il che significherebbe – aggiunge – un’invasione insostenibile e il caos, non avendo spazi e strutture per accogliere tutte queste persone, senza contare i 180mila dell’anno scorso che non riusciamo a rimpatriare e neppure a ricollocare in altri Paesi Ue, visto che dei 40mila ricollocamenti promessi da Bruxelles ne sono stati effettuati appena tremila”.

Calderoli: la Ue convinca Libia e Tunisia a chiudere la rotta

“Il ministro Alfano, e insieme a lui il premier Gentiloni – prosegue – si sveglino e si facciano sentire in Europa: la Ue ha sborsato tre miliardi alla Turchia per chiudere la rotta balcanica e impedire che la Germania venisse invasa da milioni di siriani e iracheni, per cui ora facciano altrettanto, sborsino non pochi milioni come hanno fatto finora ma se occorre altri tre miliardi, per mettere la Libia e la Tunisia in condizioni di non farli partire, allestendo i campi profughi necessari, o di intercettarli nelle loro acque territoriali e riportarli nei loro porti”. “Se l’Europa – sottolinea il vice presidente del Senato – è riuscita a convincere il democratico Erdogan, chiudendo la rotta balcanica, potrà fare altrettanto con il governo tunisino e con quello libico, chiudendo la rotta mediterranea. Altrimenti sarà solo la conferma che questa Europa così non solo non fa nulla ma addirittura ci danneggia”, conclude.