Buone notizie: aumenta in Italia la spesa per gli armamenti: 23,3 miliardi

È di 23,3 miliardi la cifra che l’Italia destina per il 2017 alle spese militari, pari all’1,4% del Pil, in aumento rispetto al 2016 “e soprattutto rispetto all’anno 2006 (+21%)”. È quanto emerge dal rapporto Milex sulle spese militari 2017, nel quale si evidenzia “il boom della spesa in armamenti (+10% nel 2017, +85% rispetto al 2006)”. Aumenta anche la spesa per le missioni militari all’estero: 1,28 miliardi nel 2017 (+7 per cento rispetto all’anno precedente). Commenta MIlex, che comunque fa parte della rete del Movimento non violento nell’ambito delle attività della Rete italiana per il disarmo:”Per giustificare la necessità di maggiori investimenti nella Difesa e maggiori spese militari – si legge nel Rapporto Milex 2017 – la politica ricorre agli argomenti che più fanno presa sull’opinione pubblica, spesso sull’onda di fatti di cronaca che creano paura, scalpore e indignazione.  La lotta al terrorismo dopo un attentato dell’Isis, il controllo dell’immigrazione dopo l’affondamento di un barcone nel Mediterraneo, il contrasto alla criminalità dopo un grave fatto di cronaca nera. Tutte argomentazioni che, se obiettivamente analizzate, risultano non rispondenti alla realtà”. “Affermare, ad esempio, che gli F-35 servono per combattere l’Isis non solo è falso, ma è deleterio in termini di sicurezza nazionale perché andare a bombardare città e villaggi in Paesi islamici non fa altro che aizzare l’odio della galassia jihadista verso il Paese ”aggressore”, dando fiato alla propaganda violenta ”contro i crociati” e spingendo qualche fanatico a compiere attentati di ritorsione sul nostro territorio”, almeno secondo l’opinione di Milex.