Blitz antiterrorismo in Germania: 3 arresti, 16 i sospetti membri dell’Isis

La polizia tedesca ha condotto una serie di operazioni antiterrorismo nello stato centrale dell’Assia, nel cuore della Germania,  tra la notte e le prime ore del mattino contro ambienti dell’estremismo islamico. Altre operazioni sono scattate in diverse aree del Paese. Un tunisino è stato arrestato a Francoforte sospettato di progettare un attentato, mentre tre sono stati i fermati a  Berlino che secondo le indagini avrebbero collegamenti in Siria e in Iraq. Nelle indagini è coinvolta, ancora una volta, la moschea di Moabit della capitale tedesca.

Blitz anti Isis nella notte

La Procura generale e l’intelligence avevano raccolto informazioni su una pericolosa cellula terroristica nell’area di Francoforte, Offenbach e Wiesbaden. Perquisite moschee, abitazioni private e aziende. Fermate circa 16 persone tra i 16 e i 46 anni, sospettate di essere coinvolte in attività terroristiche. Il tunisino 36enne arrestato è sospettato di essere un  reclutatore e trafficante per contro dell’Isis. Secondo la Bild il giovane tunisino stava pianificando to un attentato, anche se il suo progetto era ancora in una fase iniziale e non vi sarebbero indizi che avesse già individuato un obiettivo preciso. L’uomo – secondo gli investigatori – sarebbe un reclutatore per l’Isis da agosto 2015: il sospetto è che abbia creato una rete di collaboratori con l’obiettivo di compiere un attentato in Germania. 

Il tunisino forse coinvolto nella strage del museo del Bardo

Man mano la situazione si aggiorna. Il 36enne tunisino arrestato era ricercato in Tunisia per il suo presunto ruolo nell’attacco del 18 marzo del  2015 contro il museo del Bardo di Tunisi. Lo ha reso noto la procura federale tedesca. Rocordiamo che in quell’attacco morirono 24 persone, tra cui quattro italiani.