Berdini dà le dimissioni. Raggi sconcertante: le respinge (ma con “riserva”)

Berdini si dimette. L’assessore dissidente lo ha annunciato in un comunicato in cui afferma: «Ribadisco la stima s Raggi e rimetto il mandato». Sconcertante (ed esilarante) risposta della Raggi. «Ho incontrato l’assessore Berdini  chiedendogli chiarimenti. Si è scusato ed ha rimesso nelle mie mani le deleghe che gli avevo assegnato lo scorso luglio. Ho respinto le sue  dimissioni con riserva». Cosa voglia dire respinegre le dimissioni con “riserva” è cosa davvero misteriosa. Forse che Berdini è mezzo dentro e mezzo fuori la giunta comunale? Agli esegeti dell’M5S pensiero l’ardua sentenza.

Berdini e lo stile “staliniano” del M5S

L’adeguamento di Berdini alla linea M5S ha il sapore di una perfetta “autocritica” in stile staliniano. «Ci stanno massacrando, un vero e proprio linciaggio mediatico che si sta scatenando proprio nel momento in cui  l’amministrazione comunale prende importanti decisioni che cambiano il modo di governare questa città».

Poco prima del comunicato di Berdini, è arrivato questa dichirazione a suo sostegno della consigliera comunale pentastellata Sara Seccia:  «Io non penso che Berdini si debba  dimettere, penso semplicemente che si debba lavorare insieme e chi ovviamente non è uniformato prenderà le sue decisioni, ma le prenderà spontaneamente. Se ci saranno delle scelte da fare si faranno sulla base di valutazioni oggettive».  

Berdini tenta di smentire, ma “La Stampa” lo inchioda

Vale la pena di ricordare che Berdini aveva smentito le dichiarazioni contro la Raggi rilasciatein una intervista a La Stampa. Ma il quotidiano torinese ha confermato tutto. «Noi confermiamo questo colloquio, non  c’era nessun bar, nessun caffè o aperitivo con gli amici, come ha  detto Berdini. E’ stato un faccia a faccia, io e lui, io mi sono  presentato come giornalista». Così Federico Capurso, giornalista de La  Stampa, autore dell’articolo sul “colloquio” con l’assessore oggi è  intervenuto a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, per dare la sua  versione dei fatti.