Argentina, al grido di “Tette libere” donne a seno nudo difendono il topless

Al grido di “Tette libere” decine di donne in topless, insieme ad altri centinaia di manifestanti vestiti, sono scese in strada a Buenos Aires, Mar del Plata e Rosario per difendere il loro diritto di prendere il sole a seno nudo. La protesta, definita ‘tetazo’ dagli organizzatori, arriva dopo che lo scorso mese la polizia, su richiesta di alcuni bagnanti infastiditi dalla presenza di tre donne che prendevano il sole in topless sulla spiaggia di Necochea, è intervenuta in massa costringendo le ragazze ad andare via. 

“Dal topless alle diseguaglianze sociali”

Molte di loro portavano sul petto la scritta ‘Tetas Libres’. Mentre altre cantavano gli slogan dipinti sui loro corpi come “gli unici seni che disturbano loro sono quelli che non sono in vendita”. “Chiediamo il diritto di decidere dei nostri corpi. La protesta non è solo per il topless, ma per la massiccia disuguaglianza tra uomini e donne”, ha
dichiarato una delle manifestanti.”C’è questa visione machista che deve finire”, ha dichiarato un’altra. “Il corpo è nostro e possiamo mostrarlo come vogliamo. Non siamo beni di consumo”.