Anche Parigi si fa il muro. Ma è di vetro e proteggerà la Torre Eiffel

Il muro sorgerà nel centro di Parigi ma sarà invisibile ai più e non servirà a proteggere la città dall’invasioni dei migranti, quanto dai possibili attentati dell’Isis, che da tempo hanno messo la capitale francese nel mirino. Una parete di vetro rinforzato alta 2,5 metri come protezione contro gli attacchi terroristici verrà presto costruita intorno alla Torre Eiffel, in sostituzione alle recinzioni metalliche realizzate per il torneo di calcio Euro 2016. Lo rende noto l’ufficio del sindaco di Parigi secondo cui il progetto, se approvato, dovrebbe costare circa 20 milioni di euro e il lavoro dovrebbe iniziare entro la fine dell’anno.

La minaccia dell’Isis su Parigi

La capitale francese è in stato di massima allerta dal 13 novembre 2015, quando una serie di attacchi jihadisti ha provocato 130 morti. La Torre Eiffel, uno dei monumenti più famosi di Francia, attira più di sei milioni di visitatori ogni anno e la parete è progettata per arrestare persone o veicoli che potrebbero attaccarla, ha detto il vice sindaco per il turismo, Jean-Francois Martins, spiegando che “i siti più vulnerabili, devono essere oggetto di speciali misure di sicurezza”. Martins ha poi aggiunto che “ci sono tre obiettivi: migliorare l’aspetto, rendere più facile l’accesso e rafforzare la tutela dei visitatori e del personale. I pannelli di vetro permetteranno a parigini e visitatori una piacevole vista del monumento”.