Allievo maresciallo dei carabinieri si spara in testa nella notte: è gravissimo

È successo ancora: stavolta in Toscana, dove un giovane carabiniere, un allievo maresciallo della Scuola di Firenze, si è puntato una pistola alla testa e ha fatto fuoco. Immediatamente soccorso, il giovane è stato trasportato all’ospedale di Careggi dove è stato operato e dove è attualmente ricoverato in gravissime condizioni.

Allievo maresciallo dei carabinieri tenta il suicidio

Tutto è accaduto nel giro di pochi, drammatici istanti: era già notte quando, all’interno di una camera della Scuola Marescialli Carabinieri, un allievo ha tentato il suicidio sparandosi un colpo alla testa con la pistola in dotazione. Il fragore dello sparo è sembrato deflagrare all’infinito nel buio enel silenzio e così il ragazzo è stato soccorso e trasportato d’urgenza al nosocomio toscano dove sta lottando tra la vita e le morte. Difficile, al momento, capire il perché di un gesto così estremo che ha sprofondato nel dolore i familiari – tempestivamente avvisati della situazione e precipitatisi al capezzale del giovane – e gettato nello sconforto gli amici più cari. A quanto trapela da indiscrezioni, però, sembra che la causa del tentato suicidio sia da ricondurre a questioni sentimentali.