A San Giovanni a Teduccio il murales di Maradona più grande del mondo

Comincerà domani giovedì 16 febbraio, già dalle prime ore del mattino, la realizzazione di un murales in via Taverna del Ferro, nel cuore del quartiere San Giovanni a Teduccio, una delle zone più popolari di Napoli. Il murales sarà realizzato dell’artista napoletano Jorit, che sarà sul posto domani dalle 8, e che ha già realizzato altre opere in città come il San Gennaro a Forcella. L’opera, alla cui realizzazione l’amministrazione comunale, attraverso vari assessorati e la municipalità, ha offerto supporti di natura logistica e organizzativa, nasce anche con l’obiettivo di contribuire alla riqualificazione di un pezzo importante del quartiere e raffigurerà, coprendo le intere facciate laterali di due edifici, il volto di Diego Armando Maradona e di un bambino. Jorit, che nasce a Quarto ma vive ed opera a Napoli, anche grazie a donazioni di cittadini realizzerà il murales in un mese.

Maradona minimizza l’incidente di ieri a Madrid

Sulla vicenda di ieri a Madrid intanto, Maradona getta acqua sul fuoco: “Non esiste nessuna denuncia e nessuno si spiega il motivo di tutto questo show mediatico. Io sto attraversando un momento bellissimo, lasciamoli parlare come vogliono”. Diego Maradona, su Facebook, ridimensiona il caso della presunta aggressione della scorsa notte alla fidanzata Rocio Oliva per la quale il pibe de oro è stato sentito stamattina dalla polizia spagnola, secondo quanto riporta l’emittente spagnola Cadena Ser. Maradona è a Madrid dove questa sera assisterà alla partita di Champions League del Napoli contro il Real Madrid. “Voglio comunicarvi che mi trovo a Madrid, assieme alla mia famiglia, in attesa della partita del Napoli, per la Champions. Il mio avvocato Matias Morla ha parlato con le autorità spagnole”, conclude il campione del mondo 1986.

(foto NapoliToday)