La Jolie prepara (e mangia) grilli e insetti: la “lezione” di cucina spopola sul web (video)

Non finisce mai di stupire: dopo la doppia mastectomia e l’intervento chirurgico con cui si è fatta asportare anche le ovaie. Dopo il divorzio burrascoso da Brad Pitt e le accuse indirizzate contro il marito. Dopo i flop dei suoi ultimi film e l’annuncio – poi smentito – del trasloco da Hollywood in favore del Portogallo e l’ultimo scoop a suo nome che l’avrebbe additata come molto vicina a un altro seprato illustre come Johnny Depp, Anjelina Jolie torna a stupire la platea con le immagini diffuse dalla Bbc che la vedono intenta a testare l’alimentazione a base di ragni, grilli e scarafaggi.

Angelina Jolie cucina gli insetti

Sono lontani, insomma, i tempi delle serate glamour in puro stile hollywoodiano e delle trasferte chic nella sua magione in Provenza dove, quando ancora era insieme al marito, produceva un vino rosato da Oscar definito da Wine Spectator addirittura il migliore del mondo, e quando i due, paparazzati h24, passeggiavano tra le vigne della loro tenuta milionaria. Nella nuova fase della sua vita Anjelina, mamma single, si mostra alle telecamere della Bbc mentre, in viaggio in Cambogia insieme alla sua numerosa prole, mangia tarantole, scorpioni, grilli e altre creaturine, esaltandone sapire e valore nutrizionali anche alla giornalista Yalda Hakim, a cui spiega quanto la padellata di insetti sia buona e faccia bene. Inutile dire che il video sta spopolando sul web, saltando come un grillo e rimbalzando come una cavalletta, da un social all’altro…

E il video spopola sul web…

In Cambogia, dove ha presentato il suo ultimo film da regista, First They Killed My Father, incentrato sul genocidio compiuto nel paese dai Khmer Rossi nel 1975, l’attrice, sul luogo con Maddox, 15 anni, Pax, 13, Zahara, 11, Shiloh, 10, e i gemelli Knox e Vivienne, 8, non si è limitata solo a raccontare significato e risvolti della sua pellicola, ma si è profusa in una dettagliata lezione di cucina entomologica, dando prova  di abilità culinaria (e spirito d’adattamento) cimentandosi in un improbabile piatto di insetti. La camera si sposta sui figlioletti, ritratti in espressioni nient’affatto stupite mentre aspettano, impazienti, di assaggiare quella che evidentemente considerano una prelibatezza…