Agenzia spaziale, chiuse le indagini: tredici indagati per corruzione (video)

La Guardia di Finanza ha concluso le indagini che nel 2014 portarono all’arresto del presidente dell’Agenzia Spaziale italiana.  I militari hanno notificato complessivamente tredici avvisi di conclusione indagini. I soggetti sono accusati, a vario titolo, di corruzione, abuso d’ufficio, emissione e utilizzo di fatture false, occultamento o distruzione di fatture contabili.  Secondo la procura di Roma, l’ex presidente, una sua diretta collaboratrice e il fratello di quest’ultima avrebbero condizionato, in favore di un ristretto numero di imprese, l’aggiudicazione di gare d’appalto e di affidamenti diretti per l’organizzazione di eventi e viaggi istituzionali.