Brexit, tra le risate generali arriva l’ok del Parlamento di Westminster (video)

Il governo guidato da Theresa May potrà avviare i negoziati per l’uscita del Regno Unito dall’Ue richiedendo l’applicazione dell’articolo 50 dei Trattati. L’ok alla Brexit è arrivato dal Parlamento di Westminster, tra le risate generali. La legge è stata approvata a larga maggioranza con 494 voti favorevoli e 122 contrari. Ora passa alla Camera dei Lord. Per il governo conservatore britannico, orientato verso un taglio netto con il Club dei Ventotto – mercato unico incluso – è stato un passaggio decisivo: schivati anche gli emendamenti più insidiosi, esso si è visto infatti confermare in terza e ultima lettura uno schiacciante voto favorevole allo scarno testo presentato in aula per ottenere un via libera senza paletti. Ora la palla passa alla Camera dei Lord, al cui interno la Brexit non è sicuramente popolare. Ma in caso di modifiche inserite nell’ingranaggio dai pari del Regno la parola dovrà tornare alla Camera bassa.