Violentava la compagna e riprendeva la scena col cellulare. Arrestato

Minacce, botte davanti al figlio minorenne e ripetuti atti sessuali con la compagna contro la volontà: questo il calvario di una donna a cui hanno posto fine i Carabinieri di Massafra, in provincia di Taranto, con l’arresto del convivente della vittima. In carcere è finito un 34enne del posto con le accuse di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale.

I video delle violenze

L’uomo spesso malmenava la donna e in alcune circostanze non si è preoccupato nemmeno della presenza del figlio minorenne e di altri familiari. Inoltre costringeva la convivente, contro la sua volontà, ad avere continui rapporti sessuali, che riprendeva con la telecamera del proprio cellulare.

Tenuta reclusa in casa

La vittima era in una condizione di totale assoggettamento psicologico ed anche fisico poiché spesso veniva tenuta in casa dal suo carnefice per evitare che potesse intrattenere alcun tipo di rapporto con altre persone. La triste vicenda si è conclusa con l’arresto dell’uomo che è stato condotto in carcere. Oltre ai gravi reati contestati, deve rispondere anche della violazione degli obblighi della sorveglianza speciale alla quale era sottoposto.