Venditori di kebab uccidono un 21enne. Ecco la reazione degli amici (VIDEO)

La Polonia è sconvolta dai disordini avvenuti nella città di Elk, località turistica al confine con la Germania. In 300 hanno devastato un ristorante arabo, il Prince Kebab, dopo che la notte di San Silvestro è stato ucciso un 21enne polacco. Il giovane aveva lanciato un petardo, finito all’interno del locale. Per tutta risposta tre immigrati nordafricani (i proprietari del locale, secondo alcune informazioni della stampa locale) lo avrebbero inseguito e accoltellato a morte. La reazione degli abitanti degli amici del giovane e di alcuni abitanti della zona, non si è fatta attendere. In oltre 300 hanno assaltato il locale, devastandolo. I proprietari del negozio di kebab hanno lamentato che da diverso tempo il locale era stato preso di mira da alcuni cittadini polacchi, con frasi offensive nei confronti degli arabi e dei musulmani. I manifestanti polacchi sono stati allontanati della polizia. Alcuni sono stati identificati e arrestati.

Alcuni dei momenti degli scontri davanti al locale Prince Kebab