Usa e Russia d’accordo: oggi la Nato è solo un dinosauro anacronistico

Massima sintonia tra Donald Trump e il Cremlino anche sulla Nato. Che il presidente eletto ha definito “obsoleta”. In un’intervista al prestigioso Sunday Times, Trump ha dichiarato, su questo argomento: “La Nato è obsoleta, perché non è attrezzata per combattere il terrorismo islamico e i suoi membri si appoggiano sull’America, non pagano quello che dovrebbero pagare”. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov da parte sua ha sottolineato che “è vero, la Nato è una vestigia del passato, noi siamo d’accordo con affermazioni di questo tipo”. “Considerando che la Nato è concentrata sul confronto e che la sua intera struttura è dedicata all’ideale del confronto, possiamo difficilmente considerarla una struttura moderna, che risponde alle idee di stabilità, sviluppo sostenibile e sicurezza”, ha aggiunto.

La Nato non è attrezzata a combattere il terrorismo

Invece il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier ha denunciato che le parole di Trump “sono in contraddizione” con quanto ha dichiarato il suo segretario alla difesa in pectore James Mattis nell’audizione che ha tenuto al Senato la scorsa settimana e in cui ha definito la Nato come “l’alleanza militare di maggior successo della storia moderna, forse di sempre”. In realtà sin da subito dopo l’elezione vittoriosa, l’intero staff di Trump ha detto che la Nato era un organismo da riformare, tanto che i vertici stessi dell’Alleanza atlantica avevano accusato Trump di voler smantellare l’organismo. La Nato nacque nel 1949 in funzione principalmente anti-sovietica e a difesa degli interessi statunitensi in Europa. Di essa fanno parte oggi 28 nazioni, Turchia compresa. In realtà l’organismo fu istituito sotto l’onda emozionale dei fatti di Berlino del 1948, quando gli Usa dovettero organizzare il famoso ponte aereo per rifornire la città, assediata dai sovietici. Adesso è completamente anacronistica.