Trump: «Non libereremo nessuno da Guantanamo, sono terroristi»

Il presidente americano eletto Donald Trump ha annunciato che non verranno liberati altri prigionieri del campo di Guantanamo. “Non ci saranno più liberazioni da Guantanamo. Sono persone estremamente pericolose e non bisogna permetter loro di tornare sul campo di battaglia”, ha twittato il futuro capo della Casa Bianca, usando l’abbreviazione che indica il campo militare sull’isola di Cuba. Aperto dopo gli attentati islamici dell’11 settembre per rinchiudervi i presunti terroristi stranieri mantenendoli fuori dalla giurisdizione civile americana, il campo era diventato un simbolo controverso della politica antiterrorismo di George Bush.

Obama disse che avrebbe chiuso Guantanamo

Molti prigionieri vi sono rinchiusi da anni senza che contro di loro sia stata formalizzata nessuna accusa. Barack Obama aveva promesso la sua chiusura e sotto la sua presidenza diversi detenuti sono stati rimpatriati o accolti da Paesi terzi. Al
momento vi rimangono 59 prigionieri, 23 dei quali hanno ricevuto luce verde per essere messi in libertà. Ma il Congresso si è sempre opposto a rinchiudere i detenuti più pericolosi in carceri sul territorio americano.