Trenitalia, esposto del Codacons: «Rincari ingiustificati»

Trenitalia nel mirino dell’associazione dei consumatori. “L’aumento delle tariffe ferroviarie per  gli abbonamenti sulla tratta Torino-Milano finisce sul tavolo  dell’Antitrust“. Così Il Codacons,  che ha annunciato un esposto all’Autorità garante della concorrenza in cui si chiede di  aprire una inchiesta sui “rincari abnormi decisi da Trenitalia”.

Si tratta, spiega il presidente dell’associazione dei consumatori,  Carlo Rienzi, “di aumenti che non appaiono in alcun modo giustificati  e che daranno vita ad una vera e propria stangata per gli utenti. In  particolare ai pendolari che ogni giorno utilizzano la linea viene  chiesto uno sforzo economico enorme, che rappresenta un danno materiale evidente, e per tale motivo faremo di tutto per bloccare  tali rincari, ricorrendo alle dovute azioni legali”.

Intanto già oggi il Codacons, con l’esposto all’Antitrust, “chiede  all’Autorità di verificare la correttezza del provvedimento assunto da Trenitalia, in particolare alla luce della posizione dominante della  società nel settore dei traporti ferroviari in Italia. L’associazione  sta inoltre valutando ulteriori iniziative da intraprendere in sede  legale contro l’aumento delle tariffe sulla tratta Torino-Milano”.