Tragedia di Rigopiano, salgono a 24 i morti: estratti altre 5 corpi senza vita

È di 24 morti, 6 dispersi e 11 sopravvissuti il bilancio provvisorio della tragedia dell’hotel Rigopiano, a piedi del Gran Sasso, travolto e distrutto da una gigantesca slavina lo scorso 18 gennaio. Nella notte tra martedì e mercoledì i vigili del fuoco hanno recuperato 5 corpi senza vita, non ancora identificati: due donne e un uomo. Lo riferisce una nota della Prefettura di Pescara. Nella tarda serata di ieri un altro corpo senza vita era stato estratto dalle macerie dell’hotel. 

Rigopiano, salgono a 24 i morti

I dispersi, per i quali la speranza è un filo sempre più sottile, sono dunque 8. C’è anche il corpo di Roberto Del Rosso tra le vittime recuperate all’ interno dell’hotel Rigopiano. Oltre a Del Rosso sono stati identificati anche i corpi di Paola Tomassini, Stefano Feniello, Marco Vagnarelli e Pietro Di Pietro. Identificata anche Linda Salzetta, l’estetista del Rigopiano e sorella di Fabio, il tuttofare dell’hotel, sopravvissuto alla tragedia. L’hanno ritrovata lunedì pomeriggio, il giorno del suo 31esimo compleanno. Ed era dove aveva detto fin dall’inizio il fratello: dietro una nicchia in cucina. Martedì i vigili del fuoco hanno cercato di aprire un varco nel muro che separa la cucina dal bar: un muro portante spesso 80 centimetri. in precedenza hanno rcontrollato tutta la zona dove prima della valanga c’era la hall, finito di ispezionare il centro benessere.