Svedese violentata in hotel del centro di Roma: fermato un egiziano

Turista svedese violentata nella notte di Capodanno a Roma. A riferirlo, la polizia locale di Roma Capitale cha fermato il portiere dell’albergo in cui la ragazza alloggiava con gli amici. La giovane svedese aveva scelto per festeggiare il capodanno un hotel di via del Corso, in pieno centro. A chiedere aiuto a una pattuglia dei vigili urbani, intorno alle 4.30, sono stati alcuni turisti svedesi che hanno raccontato la violenza subita dalla ragazza. Secondo quanto ricostruito dai vigili, al momento dei fatti la 30enne si trovava nella sua stanza con un’amica, appena dopo i festeggiamenti. Gli agenti, appartenenti al Gruppo Sicurezza Sociale Urbana, intervenuti immediatamente, hanno dapprima  ascoltato la donna e poi acquisito le immagini provenienti dalle telecamere di sorveglianza dell’hotel.

La svedese violentata la notte di Capodanno

Nelle immagini, secondo quanto fanno sapere i vigili, il portiere dell’albergo, un egiziano di 36 anni, era inquadrato mentre usciva semisvestito dalla stanza della donna. È stato posto in stato di fermo e trasportato negli uffici di via Macedonia, diretti da Lorenzo Botta, dove ancora si trova in attesa del completamento degli atti necessari.