Strage di Viareggio, manifestazione dei familiari: oggi la sentenza

Centinaia di persone hanno manifestato questa mattina a Lucca in attesa della sentenza del tribunale prevista per oggi a conclusione del processo per la strage ferroviaria di Viareggio, che il 29 giugno 2009 causò 32 vittime. Un corteo, promosso dall’associazione dei familiari delle vittime della strage, si è mosso dal piazzale del polo fieristico fino all’aula allestita nei padiglioni della fiera per le udienze del processo. Gli striscioni esposti dai manifestati chiedono “giustizia per Viareggio”. Sono state esposte anche le fotografie delle vittime della strage causata dalla fuoruscita del gpl dal convoglio ferroviario. Presenti numerosi amministratori locali e anche i rappresentanti delle organizzazioni sindacali.

Strage di Viareggio, oggi attesa la sentenza

Dopo sette anni e sette mesi da quel 29 giugno 2009, il processo per la strage ferroviaria di Viareggio arriva a conclusione. Sul banco degli imputati ci sono 33 persone e nove società. Gli imputati sono accusati a vario titolo di disastro ferroviario, incendio colposo, omicidio
colposo plurimo, lesioni personali. I pm hanno chiesto pene complessive per 260 anni di reclusione (la più alta, 16 anni, per l’ex amministratore di Ferrovie, Mauro Moretti,
oggi ad di Leonardo-Finmeccanica; 15 anni per Michele Mario Elia, ex amministratore delegato di Rfi), a eccezione di quattro imputati, per i quali è stata chiesta l’assoluzione.