Sisma, caos a Roma. La Raggi chiude la metro e lascia aperte le scuole (video)

Le scosse di terremoto di mercoledì mattina hanno scatenato il caos a Roma. Virginia Raggi ha deciso di chiudere le linee della metropolitana ma non le scuole cittadine, che però, in molti casi sono state evacuate autonomamente dai dirigenti scolastici. Il sindaco non ha firmato nessuna ordinanza, ma non ha fatto mancare il suo annuncio quotidiano su Facebook. «Abbiamo allertato tutte le pattuglie della polizia locale – ha detto la Raggi – che sono sul territorio per controllare qualunque tipo di necessità qualunque tipo di danno che al momento non è stato rilevato». Ha poi annunciato di avere «convocato immediatamente una riunione della Centrale Operativa Comunale una riunione d’emergenza alla quale parteciperanno la Polizia Locale, la Protezione Civile, Ama, Atac, Acea. Al momento quello che possiamo dire è che d’intesa con la prefettura che ha sentito la centrale operativa dei vigili del fuoco non ci sono motivi di allarme in città».

Raggi non chiude le scuole, ma gli alunni scappano

Le evacuazioni disposte in diversi istituti scolastici dopo le scosse di terremoto che hanno colpito il Centro Italia, avvertite anche a Roma, sono state disposte in autonomia dai singoli dirigenti scolastici. Dal Campidoglio sono state disposte le indagini speditive per la verifica delle condizioni degli edifici pubblici e delle scuole. Intanto molti genitori sono tornati a scuola a prendersi i figli, allertati dai dirigenti scolastici. Finora le uniche misure adottate dal Campidoglio si sono limitate a qualche post su Facebook.