Scene da film alla periferia di Roma: fuga nei campi con la marijuana

Una fuga nei campi dell’estrema periferia di Roma. Come in un film. Lui, un trentenne, sorpreso con la droga. Gli inseguitori, i carabinieri. Lo spacciatore tenta di prendere il largo, non ce la fa. E gli uomini in divisa riescono ad acciuffarlo,

Lo spacciatore aveva oltre un chilo di marijuana

A finire in manette è un trentenne, che aveva oltre un chilo di marijuana con sé. Ad arrestarlo i carabinieri della stazione di San Vittorino, che operano in una vasta zona periferica ad Est della Capitale. Una zona difficile, che comprende Corcolle e il Prenestino. La droga era pronta per essere immessa nel mercato illegale dello spaccio. Sarebbe stato possibile ricavare circa 6000 dosi medie, un bottino notevole.

La precipitosa fuga nei campi

Proprio in quella zona, da settimane va avanti una vasta operazione dei carabinieri per smantellare il traffico di stupefacenti. L’uomo era già noto alle forze dell’ordine per reati nel campo della droga. È stato fermato per un controllo e subito si è precipitato nei campi tentando di farla franca e di liberarsi della marijuana. È stato rincorso e bloccato dai militari. Ma non è tutto perché sono stati trovati anche bilancini di precisione e gli strumenti per confezionare le dosi, nonché una notevole somma di denaro in contanti.