Roma, nascondevano la droga nelle aiuole: presi 14 pusher. Tutti africani

Nascondevano la droga nelle aiuole. I carabinieri hanno arrestato quattordici pusher durante alcuni blitz nelle vie tra Termini e San Lorenzo a Roma. In manette con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti sono finiti tutti cittadini africani di età compresa tra i 19 e i 35 anni. Tre sono del Marocco, due del Mali, due della Guinea, quattro della Nigeria, uno dell’Algeria, uno del Senegal e uno del Gambia. Sono senza fissa dimora in Italia e già noti alle forze dell’ordine.

Pusher arrestati: sequestrate centinaia di dosi di droga

Le attività dei Carabinieri hanno permesso di recuperare diverse centinaia di dosi di cocaina, hashish e marijuana, pronte a essere spacciate. In particolare, in piazza dell’Immacolata, i carabinieri hanno colto in flagranza due marocchini, di 28 e 31 anni. I due cedevano dosi di marijuana a un “acquirente”. Fermati e controllati, i carabinieri hanno scoperto che i due pusher nascondevano la droga in una busta in un’aiuola.

La droga occultata anche tra la merce di una bancarella

In via Gioberti poi, i militari hanno bloccato un 22enne del Mali e un 29enne del Gambia. I due spacciavano dosi di droga ad alcuni giovani, prelevandole di volta in volta da una bancarella collocata nei pressi. Nascosta sotto la merce, infatti, i carabinieri hanno trovato una busta in cellophane contenente la droga. In possesso ai quattordici pusher e nelle loro abitazioni, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato, oltre le dosi di droga, circa 600 euro in contanti. Uno degli arrestati ha opposto resistenza durante l’arresto e ora si trova in carcere a Regina Coeli mentre gli altri sono stati portati nelle varie caserme e trattenuti in attesa del rito
direttissimo.