Rimini, sfregiata con l’acido: adesso la giovane donna rischia la vista

L’ha sfregiata con l’acido. Ancora un caso. Stavolta a Rimini. E adesso la ragazza rischia la vista. L’uomo l’ha aspettata sotto casa, in via Bidente, per poi aggredirla con l’acido. Si tratta di  un 29enne che, ieri sera, ha atteso la giovane riminese e l’ha sfregiata mandandola al reparto ‘Grandi ustionati’ dell’ospedale Bufalini di Cesena. La ragazza adesso lotta per evitare la cecità. A quanto s’è appreso, la polizia scientifica sta esaminando, al momento, diversi reperti ritrovati sulla scena del crimine, per definire esattamente con quale sostanza e con che modalità sia avvenuta l’aggressione. Si tratta di un capellino, degli occhiali e delle chiavi della giovane. Sono stati prelevati anche i suoi indumenti impregnati d’acido, per esaminarli. Chi l’ha sfregiata è un uomo originario di Capoverde, che ha atteso la ragazza davanti alla sua abitazione nonostante fosse stato colpito da una misura di divieto di avvicinamento nei confronti della 28enne riminese, disposto dal pm; una misura cautelare decisa proprio per via degli atti persecutori nei suoi confronti a cui era seguita una denuncia. Nei suoi confronti c’era stata anche l’ammonizione del Questore di Rimini Maurizio Improta. L’uomo che l’ha sfregiata, in passato, era stato anche denunciato per minacce nei confronti di suoi connazionali. Stamattina si era dato alla fuga ma è stato rintracciato prontamente e arrestato dalle forze dell’ordine.