Trovata una settima persona. Altre voci alimentano la speranza

Arrivano altri segnali da sotto le macerie dell’hotel Rigopiano investito dalla massa di neve e detriti che la slavina si è portata a valle. I vigili del Fuoco hanno rivelato che sono stati captati altri segnali provenire da sotto le macerie. Si sta cercando di capire da dove arrivano le voci. Potrebbero essere di altre due o tre persone sopravvissute alla tragedia.

Nel corso delle operazioni portate avanti da questa mattina per estrarre le sei persone trovate vive grazie a un solaio dell’albergo che ha tenuto, sarebbero stati uditi altri rumori provenire dall’interno della struttura.

«Si tratta di una struttura collassata – precisano dai vigili del fuoco – non è detto che i segnali in questione provengano da altre persone in salvo, né in quali condizioni eventualmente siano queste persone. In ogni caso stiamo procedendo a fare tutte le verifiche del caso».

Al momento, oltre alla donna e al bambino già portati in ospedale, i vigili del fuoco stanno procedendo a estrarre dalle macerie altre 4 persone con le quali sono in contatto vocale. Ma, appunto, gli ultimi segnali captati dai vigili  con i geofoni fanno sperare che altre persone possano essere estratte vive. Una settima persona è stata individuata e raggiunta. La notte si sta avvicinando. E, con essa, anche il freddo intenso.