Rapinatori tunisini schiaffeggiano anziana e accoltellano figlia 20enne

Hanno schiaffeggiato un’anziana per rapinarla. E, poi, hanno accoltellato la figlia ventenne intervenuta in soccorso della madre. Due immigrati rapinatori tunisini, Elkamel Salem e Dhau Rami, sono stati arrestati a Catania con l’accusa di concorso in tentata rapina aggravata e lesioni personali.

Uno dei due rapinatori tunisini, coltello alla mano, si era avvicinato a un’anziana che si trovava in piazzale Asia, a Catania, davanti al centro fieristico “le Ciminiere”. E, brandendo il coltello, aveva preteso del denaro  dalla donna. Al suo rifiuto, l’immigrato tunisino l’ha prima strattonata e poi l’ha colpita al volto con uno schiaffo.

A quel punto i familiari dell’anziana che stava subendo il tentativo di rapina – la figlia e il suocero – sono accorsi in aiuto. E la figlia ventenne dell’anziana ha ricevuto una coltellata all’addome dal tunisino.

Subito dopo i due rapinatori tunisini si sono dati alla fuga ma sono stati rintracciati poco dopo in seguito alla segnalazione di due addetti alla sicurezza del Centro fieristico “Le Ciminiere”.

Gli uomini delle forze dell’ordine, insieme ai militari dell’Esercito, li hanno trovati in un minimarket nei pressi di corso dei Martiri della Libertà. La successiva perquisizione ha consentito di ritrovare addosso a uno dei due rapinatori tunisini il coltello con il quale era stata minacciata l’anziana ed era stata ferita poco prima la figlia ventenne alla quale i medici, poi, hanno dato 7 giorni di prognosi. I due nordafricani sono stati così immediatamente arrestati con l’accusa di aver tentato di rapinare l’anziana e di aver accoltellato la ventenne.

I due rapinatori tunisini, Elkamel Salem e Dhau Rami, sono stati a quel punto rinchiusi nel carcere catanese di piazza Lanza.