Quei 3 cuccioli scodinzolanti che per qualche istante riscaldano i cuori… (video)

Uno squarcio di luce, nel buio delle stanze del resort, del lutto che incombe imminente su quell’aarea devastata ai piedi del Gran Sasso, della notte che, nostante le condizioni climatiche decisamente avverse, sta per arrivare e per tornare ad essere ancora una notte di ricerche e di speranze. Di ansia e di preghiere.

I cuccioli di pastore tirati fuori dal resord sommerso

Quella luce, ieri, è emanata subito alla vista di quei tre cuccioli di pastore abruzzese, trovati nel locale caldaie incredibilmente illesi: loro ce l’hanno fatta, e sono sopravvissuti al freddo, alla fame, al crollo, alla neve, alla paura, insomma, a una tragedia che non smette di snocciolare, ad ogni nuovo elemento pronto ad emergere, frammenti di orrore e di sgomento. Il ritorno in superficie di quei piccoli batuffoli bianchi dall’antro buio del resort sommerso, vivi, storditi, ma scondinzolanti, ha rasserenato – almeno per un po’ – gli animi tormentati dall’immane tragedia della slavina. La notizia poi, che di lì a breve si sarebbero riuniti ai genitori – Lupo e Nuvola, di proprietà del gestore dell’Hotel Rigopiano, dato ancora tra i dispersi – ha riscaldato i cuori di tutti, raggelati in queste ore di scavi e soccorsi, di ricerche e di dolore, dal continuo aggiornamento della tragica conta di morti e dispersi.