Quebec, sparatoria alla moschea: 6 morti, 8 feriti. Fermati 2 sospetti (video)

La dinamica è chiara e il bilancio dell’eccidio netto: e registra negli ultimi 6 morti e 8 feriti l‘esito drammatico dell’ennesima sparatoria all’interno di una moschea – il Centro culturale islamico di Quebec – avvenuto nella città sudorientale canadese. Stando a quanto ricostruito dalla Cbc News, decine di fedeli erano riuniti all’interno dell’istituto religioso, raccolti in preghiera per il rito serale quando, poco prima delle 20 ora locale, è iniziato lattacco che la polizia canadese ha subito indicato come di matrice terroristica. E immediatamente si è parlato di due arresti e della possibile esistenza di un terzo sospetto.

Quebec, sparatoria alla moschea: il cordoglio e la rabbia

Nonostante i sospetti e la direzione intrapresa per le indagini, come riferito tra glia latri dall Bbc, le forze dell’ordine non hanno comunque ancora fornito alcuna motivazione ufficiale dell’agguato mortale: nel frattempo, però, il premier canadese Justin Trudeau ha descritto la sparatoria parlando di «attacco terroristico». Non solo, nel rilasciare le prime dichiarazioni Trudeau ha dichiarato di aver appreso la notizia con «shock tremendo, tristezza e rabbia». «Condanniamo questo attacco terroristico contro i musulmani in un centro di culto e rifugio», ha affermato allora Trudeau. «Mentre le autorità continuano ad indagare e i dettagli vengono confermati – ha quindi proseguito il leader canadese – è straziante assistere a tanta violenza insensata. La diversità è la nostra forza e la tolleranza religiosa è un valore che noi, come canadesi, abbiamo a cuore». Su Twitter, invece, il premier della provincia canadese, Philippe Couillard ha espresso «solidarietà ai cittadini del Quebec di religione musulmana» e condannato la «violenza barbara».

Sparatoria alla moschea: le indagini

E tra cordoglio e rabbia, la polizia indaga per terrorismo alla moschea di Quebec, bersaglio di un attacco che ha causato la morte di 6 persone e il ferimento  di altre 8. Stando allora alle ricostruzioni dei fedeli, almeno due uomini armati e con il volto coperto hanno fatto irruzione nel Centro culturale islamico della città sudorientale del Canada ed aperto il fuoco sulla gente raccolta in preghiera quando erano poco prima delle venti di domenica sera, la scorsa notte in Italia. Al momento i sospetti fermati sarebbero due.