Premio di ricerca dedicato a Tatarella: proposta di legge di Distaso (CoR)

Un Premio biennale di ricerca dedicato alla memoria di Pinuccio Tatarella, scomparso l’8 febbraio del 1999, è al centro di una proposta di legge depositata alla Camera su iniziativa del deputato Antonio Distaso (Conservatori e riformisti).

Il Premio, intitolato a colui che viene considerato il padre della destra democratica italiana, sarà organizzato dalla Fondazione Giuseppe Tatarella, che ha sede a Bari. La cerimonia finale della prima edizione è prevista per il mese di settembre 2017. Al bando potranno partecipare studi su temi come il ruolo storico del Mezzogiorno, i conflitti sociali e le politiche, la storia della destra italiana, la Puglia e la cultura nella civiltà mediterranea.

Numerosi i deputati sottoscrittori dell’iniziativa. Tra questi, Dario Ginefra e Gero Grassi (Pd), Ignazio La Russa e Fabio Rampelli (Fratelli d’Italia),  Pino Pisicchio (Presidente del Gruppo Misto), Francesco Sisto e Pietro Laffranco (Forza Italia), Giancarlo Giorgetti e Barbara Saltamartini (Lega), Maurizio Bianconi, Massimo Corsaro, Daniele Capezzone e Rocco Palese (CoR).

«L’adesione spontanea di tanti parlamentari appartenenti a diverse aree politiche – sottolinea Antonio Distaso – testimonia il ricordo, ma soprattutto l’attualità dell’azione politica di Pinuccio Tatarella in Parlamento e nel Paese, a partire dalla sua amata Puglia».