Pregiudicato ma libero. Il rapinatore marocchino picchiato e arrestato

Era clandestino. Pregiudicato. Senza fissa dimora. Ed era anche libero di circolare. Ma stavolta ad Abdellah Achaaraf, marocchino di 47 anni, è andata male. Ha tentato una rapina in un locale di parrucchieri ed è stato picchiato, finendo poi in manette.

Il marocchino era armato di coltello

Come riportano le cronache locali, il fatto è accaduto a Montagnana, in provincia di Padova. Nella tarda serata il titolare del negozio, una ventisettenne, stava sbrigando le ultime faccende prima di chiudere. Con lei c’era anche la madre, una sessantenne residente come la figlia a Montagnana. All’improvviso la porta del locale di parrucchiera si è spalancata. Sulla soglia c’era un uomo armato di coltello, che con accento straniero ha intimato alle donne di consegnargli tutto l’incasso della giornata.

La reazione inaspettata delle due donne

Le due donne non si sono arrese. La loro mossa è stata inespettata. Forse in un impeto di adrenalina, hanno avuto una reazione decisa. Si sono lanciate contro il malvivente marocchino, riuscendo a spingerlo fuori dal salone. Poi si sono barricate all’interno, hanno chiuso a chiave la porta e hanno chiamato il 112. L’uomo, esterrefatto, non ha nemmeno avuto il tempo di decidere cosa fare. Su di lui è piombata la furia del giovane fratello della parrucchiera. Che l’ha fermato in attesa dell’arrivo delle forze dell’ordine.