Picchia a sangue la moglie dopo una lite. Arrestato un egiziano a Firenze

Picchiata dal marito si rifugia a casa dell’amica e chiede aiuto ai carabinieri: arrestato un cittadino egiziano per maltrattamenti in famiglia. È successo a  Firenze grazie all’intervento dei  carabinieri del nucleo radiomobile che sono entrati in un’abitazione di via Galliano poiché era stata segnalata una lite tra coniugi. La donna per sottrarsi all’aggressione del marito si era rifugiata da un’amica. Giunti sul posto, i militari per prima cosa hanno tranquillizzato la vittima, una donna egiziana 34enne, visibilmente scossa, e hanno fatto intervenire anche il personale del 118, per poi ricostruire la dinamica dei fatti. Poco dopo le 13, mentre la donna assieme al marito si trovavano all’interno della loro abitazione in via Ponte alle Mosse, è scoppiata un’accesa discussione per questioni familiari.

Firenze, picchia la moglie, arrestato

Durante la lite nell’abitazione di Firenze l’uomo ha iniziato a urlare e inveire contro di lei, minacciando il divorzio e di “rispedire” lei e le due bambine in Egitto. Il marito poi si è scagliato contro di lei, spingendola con forza contro il muro e poi le ha sferrato dei pugni sul volto. La moglie è comunque riuscita ad aprire la porta di casa e scappare in casa dell’amica. Per la vittima non era la prima aggressione; infatti, qualche giorno fa, durante un’altra discussione con il marito per problemi economici, la moglie è stata picchiata davanti ai figli minorenni. Anche quella volta la donna si è rifugiata dall’amica, da dove ha contattato il personale del 118. In quell’occasione ha riportato lesioni guaribili in 6 giorni per contusioni multiple. I militari dell’Arma dei carabinieri di Firenze hanno arrestato il marito per maltrattamenti in famiglia. Il cittadino egiziano si trova a disposizione della magistratura. La vittima ieri ha riportato lesioni guaribili in 5 giorni.