Panico a Monreale, tigre a spasso per la città. Catturata da agenti e domatori

Una mattinata di straordinaria paura è quella che hanno vissuto gli abitanti di Monreale, in Sicilia. Tutta colpa di una tigre bianca del Bengala, felino tra i più aggressivi e pericolosi, che intorno alle nove se n’è uscita indisturbata dal circo in cui si esibiva per aggirarsi nelle vie del centro. Per fortuna di tutti alla fine si è sistemata in un parcheggio privato di una ditta di materia edili in prossimità di una via di circonvallazione. Lì è stata circondata dai carabinieri. La strada è stata ovviamente chiusa al traffico.

La tigre non è stata sedata

Tuttavia, più che tenerla d’occhio con le armi puntate i militi dell’Arma non potevano fare, senza che l’animale venisse preliminarmente sedato. Avrebbe dovuto essere un domatore del circo a provvedere, ma alla fine è stata scelta una soluzione un po’ più elaborata e complessa ma in compenso meno traumatica per la tigre, anch’essa impaurita da tante attenzioni. I proprietari del circo hanno infatti messo a disposizione una delle loro gabbie, dove poi è finita grazie all’abilità dei domatori e il coraggio dei carabinieri e degli agenti di polizia. Del potente sedativo non c’è stato bisogno. Sono stati i veterinari dell’Asl, anch’essi presenti sul posto, a sconsigliare l’uso dell’anestetico per evitare problemi alle condizioni di salute del felino.

Era scappata dal circo. Polemica del Noita

Il felice esito dell’operazione è stato salutato da un convinto applauso dei tantissimi cittadini assiepati intorno alla zona recintata dai Carabinieri e dalla Polizia. In compenso, non ha impedito al presidente nazionale del Noita (Nucleo operativo italiano tutela animali Onlus) Enrico Rizzi di annunciare un esposto alla magistratura sull’accaduto. La violazione del regime autorizzatorio per il possesso e l’utilizzazione di animali pericolosi è infatti punita, come ha ricordato Rizzi, con «sanzioni penali». Da qui la sua richiesta al sindaco di Monreale «affinché fornisca nel più breve tempo possibile tutta la documentazione relativa al circo e le relative autorizzazioni rilasciate».