Panico a Bari, migranti salgono sul bus gridando “Allah Akbar”: denunciati

Sono saliti sul bus al grido “Allah Akbar” e “Bomba” terrorizzando i passeggeri. Con questa accusa tre migranti sono stati denunciati dalla polizia a Bari per procurato allarme e interruzione di servizio pubblico. Secondo quanto emerso dagli accertamenti, i tre mentre si trovavano su un bus dell’Amtab (l’azienda municipalizzata del trasporto pubblico), in servizio nel capoluogo pugliese, avrebbero urlato “Allah akbar, terrorista, bomba”, provocando il panico tra i passeggeri, tanto che l’autista è stato costretto a fermare il mezzo per strada. È avvenuto sulla linea 4, nei pressi di largo Ciaia, una zona centrale della città.

Il grido “Allah Akbar” per spaventare i passeggeri

Due migranti sono originari del Mali, il terzo della Nigeria, tutti trentenni. Sul posto sono intervenuti i poliziotti di tre pattuglie delle Volanti. Secondo un’altra versione i migranti sarebbero stati vittima di insulti razzisti e non sarebbero stati loro ad urlare terroristi ma qualche passeggero. Potrebbe anche essersi trattato di uno scherzo di cattivo gusto.

Hanno gridato Allah Akbar sul bus della linea 4 a Bari

Hanno gridato Allah Akbar sul bus della linea 4 a Bari