Nozze da favola. Sempre più cinesi scelgono l’Italia per il fatidico sì

L’Italia è la mèta preferita per matrimoni da sogno. Abito da sposa rigorosamente in valigia per non rompere la tradizione e si parte per il Belpaese. In volo da un continente all’altro per pronunciare il fatidico sì nella  Città eterna. Sempre più cittadini cinesi scelgono l’Italia per celebrare le loro nozze. Lo fanno soprattutto pensando al viaggio che li aspetta lungo lo Stivale. E si affidano a un wedding planner per curare tutti gli aspetti dell’evento ma soprattutto per organizzare un tour italiano mozzafiato. La tendenza in crescita è testimoniata da Diletta Alliata di Villafranca, 30 anni, che ha aperto un’agenzia di wedding planning insieme ad Elisabetta Bucci Casari poco più di un anno fa. “Collaboriamo con alcune agenzie della Cina e di Hong Kong. Abbiamo avviato partnership proprio per la realizzazione di matrimoni. Ci arrivano diverse richieste da parte di coppie asiatiche che vogliono sposarsi qui in Italia. Si sposano per lo più con rito civile a Roma, Venezia o Firenze ma si tratta di cerimonie veloci – 20 ospiti al massimo – perché il vero interesse degli sposi è il tour tra le città più belle della Penisola. L’abito, la donna se lo porta da casa mentre molta attenzione è rivolta al trucco, in stile occidentale”.

Nozze da favola: i cinesi vogliono l’Italia

Romanticismo, emozione e bellezza: la location più amata resta la costiera amalfitana. Qui anche tanti sposi stranieri. E se la tradizione la fa da padrona nel banchetto (nei piatti quasi sempre i sapori locali del luogo dove ci si sposa), la
personalizzazione della cerimonia è l’elemento più moderno su cui ruota il lavoro dei professionisti del sogno d’amore. “Un tempo i matrimoni erano organizzati dalle mamme o nonne, veniva quindi rappresentata l’idea di provenienza. Oggi invece i futuri sposi si affidano alla professionalità del wedding planner proprio perché vogliono puntare a un tema a loro caro. Mi è capitato così di organizzare una cerimonia ispirata all’Africa, la passione condivisa di una coppia: i tavoli erano tutti contraddistinti da nomi di animali. Un’altra volta la festa è stata ideata in un’azienda agricola
dove il tema centrale erano gli ulivi”, raccontano. In generale, resiste la tendenza country chic. “Nell’allestimento si gioca molto sul colore offerto dalla bellezza naturale, vedi per esempio i fiori. Non mancano mai comunque elementi bianchi di caratterizzazione. Specie per chi si sposa in città, il ricevimento si svolge o in qualche villa oppure nella campagna appena fuori porta”. Si comincia con un aperitivo in piedi accompagnato dalla musica di un gruppo che suona dal vivo.