Napoli, apre il bar gestito da ragazzi down: si lavora con “semplici pensieri”

Un bar gestito interamente da ragazzi down, in grado di gestire le chiamate e di servire ai tavoli, con un valore aggiunto: il sorriso. L’ultima iniziativa della “Bottega dei semplici pensieri” di Pozzuoli, che gestisce le attività di ragazzi con la sindrome di Down, ha trovato il battesimo della chef stellata di “Sud Ristorante”, Marianna Vitale,  da anni al fianco dell’associazione. Il bar sorgerà all’interno della Multicenter School di via Campana, a Pozzuoli. In un’intervista al Mattino la Presidente dell’associazione, Mariolina Trapanese, ha spiegato che “la gestione di un bar rappresenta per i ragazzi l’occasione per acquisire le giuste competenze lavorative, ma anche per aumentare il contatto diretto con l’utenza”. Il bar è gestito da quattro ragazzi con la sindrome di Down provenienti da quattro diversi istituti alberghieri. 

La Bottega dei Semplici pensieri
al fianco dei ragazzi down dal 2012

La Bottega dei Semplici pensieri è un’Associazione di volontariato che nasce nel 2012 ad opera di alcuni genitori di ragazzi diversamente abili. Si  rivolge a ragazzi con Sindrome di Down e con lieve insufficienza mentale ed è composta da 5 soci fondatori. I  soci aderenti sono ad oggi 24 mentre 23 sono  i giovani che usufruiscono dei servizi dell’associazione.  Da ottobre 2013 l’Associazione dispone di una cucina semi professionale attrezzata,  dove si tiene il Laboratorio di cucina. «Lo scopo principale de La Bottega dei Semplici Pensieri  è quello di approfondire e completare la formazione professionale  di ragazzi diversamente abili che hanno terminato  il  percorso scolastico, per  favorirne   l’inserimento  nel mondo del lavoro», è scritto sul sito. Dal 2012 ad oggi,  molti sono stati gli eventi e le attività portate avanti dall’Associazione, tra serate all’insegna del divertimento e della buona musica e iniziative benefiche, sempre dal sapore culinario.