È morto a Venezia Vittorio Coin: imprenditore e uomo di sport

La scomparsa di Vittorio Coin, manager dell’omonima dinastia, ha rattristato il mondo imprenditoriale e sportivo veneto. Aveva 78 anni, Vittorio Coin ed era figlio di Aristide, imprenditore e grande appassionato di sport. Nel 1960 consegue la laurea in Economia e Commercio all’Università degli studi di Venezia e, progressivamente, consolida la propria formazione manageriale attraverso l’assidua partecipazione ai programmi di approfondimento dedicati all’industria della moderna distribuzione, della Harvard School di Boston, e ad un considerevole numero di stage post-universitari sempre negli Stati Uniti. In quegli anni Vittorio Coin vede gradualmente crescere il proprio impegno anche all’interno dell’azienda di famiglia. Una crescita che culminerà nel 1974, anno in cui, assieme al fratello Piergiorgio, assumerà la guida diretta del Gruppo. È questa quella che viene comunemente chiamata la terza fase della storia mercantile del Gruppo: fase nella quale i successi imprenditoriali di Vittorio Coin si legano all’avvio di strategie di sviluppo vincenti quali quella dei grandi magazzini con la formula del “negozio nel negozio”. Vittorio Coin ha ricoperto la carica di vicepresidente del Gruppo omonimo.