Meningite, nuovo caso a Legnano: uomo di 50 anni in rianimazione

Nuovo caso di meningite a Legnano, in provincia di Milano, questa volta da meningococco. “Gli accertamenti clinici condotti sul cinquantenne di Canegrate ricoverato domenica 8 gennaio in Rianimazione” presso l’ospedale Civile dell’Asst Ovest Milanese “con evidenti segni di sepsi hanno mostrato la presenza di stafilococco nel sangue (responsabile della sepsi) e di meningococco. L’evidenza del meningococco ha reso necessario il percorso della profilassi nei contatti del paziente e nel personale
del Pronto soccorso. L’uomo è vigile e contattabile, le sue condizioni sono stabili”. L’allarme meningite è alto in tutta italia, dopo la morte di un ragazzo a Torino.

Meningite, Legnano, l’altro paziente migliora 

Lo comunica l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, dopo le nuove analisi condotte sul paziente ricoverato ora nel Reparto di Malattie infettive, per il quale i primi test sulla meningite avevano dato inizialmente esito negativo. “Distinto – precisa Gallera – il caso del paziente di 49 anni di Busto Garolfo, ricoverato sempre nel Reparto di Malattie Infettive dell’ospedale legnanese, con il fondato sospetto di meningite venerdì 6 gennaio. Le indagini microbiologiche hanno evidenziato una meningite da pneumococco il cui trattamento antibiotico ha portato un netto miglioramento delle condizioni dell’uomo. Ribadiamo che, come da norma, in questo caso non si provvede alla profilassi dei contatti”.