Meloni: ringraziamo il governo che ci ha regalato 500mila clandestini

«La folle politica delle porte aperte a tutti voluta dai governi Pd ci ha regalato in 3 anni 500mila clandestini in gran parte musulmani. Questo mette in pericolo la sicurezza degli italiani e aumenta il rischio di infiltrazioni terroristiche. È irresponsabile che il governo nasconda questa verità». È il duro commento di Giorgia Meloni apparso su Facebook in merito alle parole di Paolo Gentiloni e del ministro degli Esteri Marco Minniti a proposito dei mancati rimpatri dei clandestini e dell’inefficienza dei Cie (centri di immigrazione ed espulsioni). 

Meloni: il governo è complice

Il presidente del Consiglio incontrando a Palazzo Chigi la Commissione di studio sul fenomeno della radicalizzazione e dell’estremismo jihadista, ha minimizzato il tema intonando il solito refrain sull’accoglienza senza se e senza ma. Alla presenza del ministro dell’Interno gli esperti hanno iniziato un percorso di studio e monitoraggio del fenomeno in Italia, finora trascurato come ha sempre denunciato la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. 

Rossi attacca il Pd

«Quando si tira la volata alla destra si dimentica che poi la gente preferisce sempre gli originali. Il problema dell’immigrazione è importante e decisivo per il futuro economico sociale, per la sicurezza e per la politica nel nostro Paese. Bene quindi affrontarlo e volerlo risolvere». È l’attacco della lettera aperta al ministro Minniti del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, candidato alla segreteria nazionale del Pd. Già il titolo dà l’idea della polemica che si arrampica sul latinorum. “Il nome della cosa non può essere Cie. Stat rosa pristina nomine. Nomina nuda tenemus” scrive Rosi contestando l’apertura dei Cie agli immigrati.