Giorgia Meloni: “Berlusconi? Più sovranista di quanto lui pensi”

“Ieri il fronte era più ampio, c’erano  anche tanti altri esponenti, e credo che sia un fronte che deve andare  oltre le vecchie categorie della politica, quindi anche oltre il  vecchio centrodestra”.  Giorgia Meloni, presidente di  Fratelli d’Italia, si gode il bel successo della manifestazione “Italia sovrana” e tira le somme della bella risposta di piazza avuta ieri a Roma non solo dalla piazza ma anche dagli esponenti politici intervenuti, che lasciano intravedere alleanze ben definite per il futuro. “Il centrodestra e il  centrosinistra sono ormai categorie un po’ inadeguate a rappresentare  questo tempo. Oggi lo scontro aperto è di un altro genere ed è tra  l’alto e il basso, tra il piccolo e il grande, tra il popolo e  l’establishment. Noi stiamo con il popolo e quindi la dimensione è più  ampia, è molto interessante”.

“Voglio vincere”

Rimane il nodo Forza Italia, che rimane un tassello su cui lavorare. Incalzata su Silvio Berlusconi,  Giorgia Meloni ha ricordato: “E’ il primo in Italia  probabilmente che è stato definito populista. Quindi forse è più  sovranista di quanto lui stesso pensi. Vediamo poi come andrà”. Molti analisti hanno voluto leggere in alcuni passaggi del discorso a piazza San Silvestro a chiusura dell’intensa giornata di sabato una sorta di “corteggiamento” al leader di FI, come è stato definito.  “Io non corteggio  nessuno – chiarisce la Meloni – però voglio vincere e voglio che queste idee vincano. Quindi,  chiaramente tutti quelli che vogliono darci una mano a far vincere  queste idee sono benvenuti e spero che possa esserci un fronte ampio.  Noi chiederemo agli italiani di darci il 40% per governare l’Italia in  nome del popolo sovrano. Tutti quelli che ci danno una mano sono  benvenuti”.